sugo 2

 

Il ragù è una preparazione base della cucina italiana, ognuno utilizza ingredienti, aromi e profumi della propria tradizione, che ci ricordano l’infanzia e le cucine delle nonne. Vi presento il mio, molto semplice, vi aiuterò anche a conservare una piccola scorta in dispensa per le emergenze, senza dover mettere dei pentoloni a bollire!

 

INGREDIENTI

  • 1 kg di carne macinata di manzoSAM_2631
  • 500 gr di carne macinata di maiale
  • 1 litro di passata di pomodoro biologica
  • cipolla
  • olio
  • sale
  • pepe
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • rosmarino
  • salvia
  • timo
  • noce moscata

 

IMG_2636

 

PROCEDIMENTO

Per la realizzazione di questa ricetta ho usato il mio fedele amico Ken (kcc). Ho messo due cucchiai d’olio nella ciotola del Cooking Chef, mezza cipolla tritata, faccio soffriggere a 140° vel 1 per alcuni minuti, aggiungo la carne macinata e faccio rosolare usando il gancio con spatola a spirale, faccio cuocere per 15 minuti a 100° vel 2. Sfumiamo con il vino, aggiungiamo la passata di pomodoro, il sale, gli odori, laviamo la bottiglia con dell’acqua che verseremo nella ciotola. Girare la manopola alla vel 3 e cuocere per 2 ore. Per ultimo aggiungere il pepe.

 

SAM_2636SAM_2637

Ora veniamo alla conservazione in vasetto. Dobbiamo sterilizzare bene i vasetti in acqua bollente, prepariamo un recipiente con dell’acqua calda dove adagiamo un vasetto per volta, dobbiamo versare il ragù ancora bollente, sarebbe meglio mentre continua a bollire, nei vasetti, ripulire la filettatura di chiusura e chiudere bene i vasetti, capovolgere e lasciare raffreddare al buio (12 ore).

IMG_2644

Noterete che si è formato il sottovuoto, il coperchio non fa più “click”, possiamo riporre in dispensa e consumare entro un mese, dopo aver fatto ribollire il sugo per almeno 2 minuti.

Sugo 1

La stessa ricetta possiamo realizzarla con un tegame tradizionale in acciaio inox con fondo spesso. Il metodo di conservazione rimane invariato, consiglio di lasciar sobbolire il ragù mentre si riempiono i vasetti. Lo stesso metodo può essere utilizzato per la conservazione di sughi di verdure o semplici sughi di pomodoro e basilico, per avere sempre in dispensa un condimento pronto per la nostra pasta.

Print Friendly