Vota questo post

10

Un piatto della tradizione contadina rivisitato per alternare alla classica insalta a crudo. Molto scenografico e saporito potrà essere utilizzato come antipasto in un pranzo rustico della tradizione Toscana.

La fava fresca è il legume più leggero e digeribile dopo il fagiolino. Quando si acquistano le fave bisogna accertarsi che il baccello sia turgido di colore brillante e senza macchie e screpolature. Possono essere consumate crude o cotte, si possono essiccare o congelare. Scegliete le fave che siano di colore brillante, senza macchie, regolare, con baccello turgido. Per verificarne la freschezza provate a spezzare in due un baccello, il suono deve essere pari ad uno schiocco. Sgusciatele solo al momento dell’utilizzo per evitare che perdano la loro tenerezza.
Sono legumi piuttosto salutari, ma in alcuni casi hanno una particolare controindicazione, possono causare in persone a cui manca un certo tipo di enzima, una malattia rara chiamata “favismo” che è causa di gravi anemie.

INGREDIENTI1

(2 terrine)

  • 800 gr di fave da sgranare
  • 300 gr di pecorino toscano media stagionatura
  • olio
  • sale
  • pepe

 


PREPARAZIONE

Sgranare le fave e lessarle per 5 minuti in acqua bollente salata. Scolarle e metterle in una terrina con dell’acqua fredda. Ora inizia la parte più noiosa, sbucciare le fave una ad una!

2 3 5

Ora frulliamo leggermente il composto con un po’ di olio, sale e pepe, deve rimanare morbido ma con le fave non completamente frullate.

Riponiamo il composto in una terrina di terracotta, ricopriamo con il pecorino tagliato a fette.

7 8

Mettiamo in forno caldo a 220° per 10 minuti, sino a completamento scioglimento del formaggio, servire tiepido.

9

 

Print Friendly, PDF & Email
https://www.amicheaifornelli.it/wp-content/uploads/2016/04/10-2-1024x768.jpghttps://www.amicheaifornelli.it/wp-content/uploads/2016/04/10-2-150x150.jpgOrnellaAntipastiRicetteTradizionifave,pecorinoUn piatto della tradizione contadina rivisitato per alternare alla classica insalta a crudo. Molto scenografico e saporito potrà essere utilizzato come antipasto in un pranzo rustico della tradizione Toscana. La fava fresca è il legume più leggero e digeribile dopo il fagiolino. Quando si acquistano le fave bisogna accertarsi che...Cucinare con gusto